Legge sul Divorzio Breve
©Mauro Scrobogna / Lapresse 08-05-2004 Roma Politica VI Congresso Partito Radicale Transnazionale Nella foto: mostra fotografica in ricordo della battaglia radicale per il divorzio

Legge sul Divorzio Breve

Divorzio breve entrata in vigore in Italia

Il divorzio è entrato in vigore nel nostro Paese con la legge n. 898/1970. Secondo questa norma il giudice può decidere per una sentenza di divorzio quando si è accertato che non è possibile recuperare in alcun modo la vita coniugale degli interessati i base alle motivazioni previste dalla norma stessa. Secondo la legge la richiesta di divorzio doveva essere presentata da uno dei coniugi e doveva sussistere almeno una di queste condizioni:

  • quando, nel periodo successivo all’avvenuto matrimonio, uno dei coniugi era condannato a una pena superiore ai 15 anni o in caso di illeciti contro il nucleo familiare o altresì in caso di crimini legati alla prostituzione;
  • quando, nel caso in cui uno dei coniugi avesse cittadinanza estera, riusciva ad ottenere l’annullamento o la separazione nel paese di origine o contreva lì un altro matrimonio;
  • se il matrimonio non era stato consumato;
  • in caso di rettifica, con avvenuta sentenza in giudicato, del sesso di uno dei coniugi.

Se sussisteva una di queste condizioni e la separazione perdurava per un periodo di almeno tre anni dalla comparizione dei coniugi dinanzi al tribunale era quindi possibile procedere con la richiesta di divorzio.

Vedi anche  Mantenimento Ex Moglie Dopo Divorzio: per quanto tempo?

Nuove leggi sul divorzio

costo divorzio breve
quanto costa il divorzio breve?

Una nuova legge sul divorzio era necessaria per smaltire i tempi lenti della burocrazia italiana. Divorzio breve legge approvata con il Decreto Legge n. 55/2015 ha riformato i termini per il divorzio. Finalmente una legge divorzio aggiornata.

La finalità principale di questa nuova legge sul divorzio breve era sicuramente riuscire ad accellerare i tempi della separazione o divorzio. In questa norma non si parla però mai di divorzio bensì di “scioglimento del matrimonio” o, in caso di matrimonio con rito cattolico, di “cessazione degli effetti civili del matrimonio”.

La legge, oltre a ridurre i tempi, ha inoltre specificato una netta differenza tra separazione giudiziale e consensuale.

Divorzio breve legge

Come già accennato il divorzio breve è stato introdotto nel nostro Paese con la legge n. 55/2015. Grazie a questa norma è ora possibile divorziare in soli 6 mesi ove sussitano le condizioni necessarie.

Divorzio breve novità: solo nel caso in cui la separazione sia consensuale è possibile usufruire del divorzio breve, se invece ci troviamo di fronte a una separazione giudiziale i tempi si allungano fino a 1 anno.

Divorzio breve: come fare se i coniugi sono d’accordo?

Se fino al 2015 era quindi necessario che il periodo di separazione durasse continuativamente per almeno 3 anni prima di poter richiedere il divorzio, con la riforma i tempi sono scesi drasticamente a soli 6 mesi.

Ciò può avvenire solo in caso di separazione consensuale indipendentemente dal fatto che la coppia abbia o meno figli. Questo termine è valido anche nei casi in cui la separazione diventi consensuale solo in un secondo momento e va’ comunque calcolato dal momento in cui i coniugi compaiono dinanzi al presidente del tribunale, così come previsto già in precedenza dalla normativa italiana.

Vedi anche  Legge Antifumo 2015: in arrivo i nuovi divieti

Nuova legge divorzio: se i coniugi non sono d’accordo?

Se invece la separazione è giudiziale i termini si allungano, nonostante rimangano comunque inferiori rispetto a quanto era previsto in precedenza. Infatti in questo caso la separazione deve durare ininterrottamente per almeno 1 anno, a differenza del periodo di 3 anni previsto dalla legge del 1970. Così come per la separazione consensuale anche in questo caso il termine viene calcolato dal momento in cui i coniugi compaiono davanti al presidente del tribunale.

Divorzio breve news

Un ulteriore novità di questa riforma è l’introduzione della possibilità della negoziazione assistita. In questo caso, con il supporto di due avvocati, è possibile raggiungere sia la separazione, che successivamente il divorzio, in modo consensuale.

Questo accordo deve essere trasmesso al Pubblico Ministero che procederà in due modi differenti, a seconda della presenza o meno di figli. Nel caso in cui la coppia non abbia figli vi sarà solo un controllo formale, mentre se nella famiglia vi sono minori si procederà con la verifica dell’accordo di tutela. In base alla riforma l’accordo di divorzio potrà poi essere sottoscritto a distanza di 6 mesi dalla separazione.

Approvazione legge divorzio breve e scioglimento della comunione

La legge n. 898/1970 prevedeva che lo scioglimento della comunione avvenisse solo nel momento in cui la sentenza di separazione passava in giudicato. Con la nuova riforma sul divorzi breve invece l’articolo 191, che regolamentava questo punto, viene modificato con un nuovo comma che specifica come lo scioglimento della comunione possa avvenire già nel momento in cui il presidente del tribunale stabilisce che i due coniugi possono vivere separatamente.

Vedi anche  Esdebitazione Equitalia: Avvocato per Pratiche Equitalia

Non è più necessario aspettare quindi la sentenza definitiva ma già al momento della comparizione è possibile procedere con lo scioglimento della comunione. In caso di separazione consensuale lo scioglimento della comunione è attivo dal momento della sottoscrizione del verbale di separazione. Se i coniugi vivevano in condizione di comunione dei beni l’ordinanza del giudice che permette ai due interessati di vivere separatamente deve essere comunicata all’ufficio di stato civile che prenderà nota dello scioglimento della comunione di beni.

Legge sul divorzio breve: i costi da affrontare

Non esistono costi fissi riferiti al divorzio breve. Dipende molto dall’avvocato a cui decidono di affidarsi i soggetti interessati. In generale è sempre preferibile affidarsi a uno studio legale con una storia consolidata e che possa fornire assistenza a 360°.

Nella zona di Milano uno degli studi più rinomati è sicuramente il nostro Studio Legale Frigerio che può vantare ben 16 anni di esperienza nel campo dei divorzi brevi. Per maggiori info sulla legge divorzio breve ultime notizie non esitate a contattarci.

Per favore valuta l'articolo

Chiudi il menu